Cateno De Luca

Cateno De Luca riaccende i riflettori sull’emergenza Coronavirus e torna sull’occupazione dello Stretto da lui posta in atto nel periodo del lockdown quando dispose l’entrata in vigore di un’ordinanza per l’istituzione della banca dati sull’attraversamento dello Stretto di Messina. Un’ordinanza poi stoppata dal Ministro degli Interni.

“Le follie anti Covid del sindaco De Luca. Ve le ricordate? Correva il 23 marzo 2020, quando alle ore 23:15 in piena pandemia il sindaco De Luca occupava lo stretto di Messina ma il presidente Musumeci quella sera ha lasciato De Luca solo al suo infausto destino di uomo sacrificato sull’altare della ministra degli interni Lamorgese. La banca dati “Si passa a condizione…” è stata ritenuta utopia ed attentato alle libertà costituzionali”.

“Chissà, se fosse stata adottata dal presidente Musumeci, oggi quanti vantaggi avremmo avuto? Non sempre vedere oltre la siepe e prima degli altri è un vantaggio nella vita soprattutto se ti chiami Cateno De Luca”.

© Riproduzione Riservata

Commenti