pagamenti con Pos

TAORMINA – L’estate più difficile degli ultimi decenni fa registrare l’ennesima conferma di una crisi epocale che sta colpendo gli operatori economici in tutta Italia e non risparmia nessuna località turistica. Soffrono le città d’arte e Taormina non fa eccezione. Eloquente un dato che arriva dai pagamenti elettronici: nella capitale del turismo siciliano alcuni imprenditori sui pagamenti con carta di credito riferiscono, e dunque registrano, una netta flessione che rispetto al medesimo periodo dell’estate 2019 raggiunge anche il 70%.

La conferma, insomma, è quella della presenza di un movimento massivo, per lo più “mordi e fuggi” o comunque di prossimità che non fa spese importanti e si limita all’essenziale (a volte neanche a quello) senza lasciare sul territorio cifre significative. Manca il turismo di qualità e il settore alberghiero mai come quest’anno è distante anni luce dal pienone degli anni scorsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti