protesta sulla musica di un lido

TAORMINA – Eddy Tronchet scrive alla Questura di Messina e denuncia il disturbo della quiete pubblica nel quartiere di Spisone, a Taormina. La nota di Tronchet è stata indirizzata anche alla Capitaneria di Porto di Messina, al Comune di Taormina (via Pec).

“Da martedì 4 agosto 2020, ogni martedì del mese, si svolgono in un lido a Spisone raduni da discoteca e assembramenti notturni con migliaia di persone. Il suono della musica è superiore ai decibel consentiti per legge visto che numerosissimi residenti di Spisone, quartiere di “Taormina mare” tra Mazzarò ed il vicino abitato di Mazzeo, si sono fortemente lamentati chiamando le forze dell’ordine in piena notte. Il rumore si realizza attraverso strumenti sonori. Viene percepito da un gran numero di persone. Supera ampiamente il limite della tollerabilità visto che nessuno dei residenti nel quartiere di Spisone ha potuto dormire fino alle ore 3 del mattino, di conseguenza facendo scattare l’ipotesi di reato in quanto un numero indeterminato di soggetti viene molestato dal rumore. In base ai regolamenti sulle discoteche, i LEQ o Decibel sembrano ampiamente superati visto che l’assordante musica viene percepita a distanza chilometrica. Pertanto la quiete pubblica viene palesemente disturbata e costituisce reato secondo il Codice penale”.

“Lo scorso martedì 11 agosto si sono verificati dei veri assembramenti nel locale in questione e sulla spiaggia antistante in palese contrasto con l’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n° 31 del 09 agosto 2020 che vieta gli assembramenti. In merito a quest’ultima ordinanza della Regione Siciliana il sindaco di Taormina ha la possibilità di vietare lo svolgimento di manifestazioni pubbliche evitando assembramenti in aree demaniali come le spiagge”.

“Inoltre vi sono macchine parcheggiate selvaggiamente, spesso in doppia fila, dal casello autostradale di Taormina fino alla nazionale che hanno ostacolato la scorsa settimana il passaggio di un’autoambulanza, dimostrano la scarsa efficienza delle autorità preposte al controllo del territorio soprattutto durante le ore notturne. Questo stato delle cose non può essere tollerato dalla cittadinanza residente nel comune di Taormina, pertanto si chiede una serie di provvedimenti atti al conseguimento della quiete pubblica nell’area di Spisone, onde tutelare il diritto alla salute ed alla tranquillità notturna dei numerosi residenti e turisti che soggiornano in quell’area”.

© Riproduzione Riservata

Commenti