Antonio D'Aveni, ex presidente del Consiglio comunale

TAORMINA – “Il sindaco ha parlato ai nostri concittadini affermando che ‘si sono cullati in questi anni sui sogni di gloria di un turismo dozzinale e da rapina’. E’ stato cioè detto, direttamente o indirettamente, ai concittadini che hanno attività di aver fatto un turismo da rapina. Ma ci si rende conto? Per altro le persone arrivano da una persona che è sempre stata equilibrata. Sono rimasto senza parole mettendomi nei panni di tutte quelle persone che in alcuni casi a novembre dovranno chiudere le attività. Al loro posto mi sentirei offeso. Ritengo si debba chiedere scusa a tutte quelle attività che stanno lottando per affrontare questo momento di grande difficoltà. Forse chi non ha attività commerciali è sereno e tranquillo e non riesce a percepire il dramma degli operatori economici”. Lo ha dichiarato il consigliere di opposizione, Antonio D’Aveni.

© Riproduzione Riservata

Commenti