ROMA (ITALPRESS) – “La strage di Marcinelle dell’8 agosto 1956 è stata uno dei più gravi drammi sul lavoro della storia e rappresenta un monito ancora tristemente attuale. Di lavoro si deve vivere, non si può morire. E’ inaccettabile che ancora oggi in Italia, perdano la vita 3 lavoratori ogni giorno”. Lo ha detto il presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando l’incendio nelle miniere di carbone in Belgio in cui morirono 262 persone, tra cui 136 emigrati italiani.
“Le vittime di Marcinelle sono il drammatico emblema delle morti bianche di ogni epoca. Ma ricordarle non basta. Le istituzioni e la politica hanno il dovere di far sì che non vi siano più lavoratori senza diritti e senza tutele”, ha aggiunto. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti