“Il governo Conte chiede agli italiani il distanziamento, limita le loro libertà sino a ottobre e dispone finti controlli militari nelle spiagge ma fa finta di non sapere che Enac ha diffidato Ryanair “in merito alle ripetute violazioni delle norme sanitarie anti Covid-19”. Non si protegge a dovere la salute dei passeggeri e li si espone a dei rischi, non si rispetta il distanziamento e le direzioni aeroportuali riscontrano come Ryanair “sistematicamente non si attiene alle disposizioni previste in Italia”, ma il governo Conte fa finta di non vedere e lascia che siano gli altri a segnalare o intervenire”. Lo ha dichiarato la senatrice di Forza Italia, Urania Papatheu.

“Il virus – spiega la parlamentare siciliana – giustifica l’emergenza ad oltranza se in ballo ci sono le poltrone ma diventa elemento secondario di fronte all’elité finanziarie da non “disturbare”.

“Nessuno tocchi i potenti, le sinistre si piegano con devozione alle big company: la loro priorità è il salvataggi di Alitalia che in 30 anni è costata agli italiani 12 miliardi e 615 milioni, cioè 210 euro a testa per ogni cittadino”.

© Riproduzione Riservata

Commenti