movida

GIARDINI – “La situazione della movida ma anche dei tanti arrivi di chi prende in affitto abitazioni private sul territorio, con i relativi rischi sanitari, mi preoccupa. Auspico, e chiedo a tutti per le proprie competenze, di tenere alta l’attenzione e di osservare le ordinanze e le norme in vigore sul contrasto alla diffusione del virus”. Il monito arriva dal sindaco Nello Lo Turco che in questo inizio di agosto non fa mistero della sua apprensione per quella che potrà essere la situazione nella seconda stazione turistica siciliana da qui alle prossime settimane, quando è atteso in città il flusso massimo di avventori e quindi di presenze sul territorio di chi verrà a trascorrere qualche ora o qualche giorno a Giardini Naxos.

“Sono preoccupato – spiega Lo Turco – perché anche noi, come tutti, stiamo lottando contro una crisi terribile che ha investito l’Italia intera e nel momento in cui si sta cercando di affrontare questo calo pesante che ha dei riflessi sull’occupazione, sulle attività economiche, e anche sul Comune, in questa stessa fase stanno riprendendo in altri territori i contagi, e noi vogliamo che Giardini possa andare avanti con serenità e senza essere interessati da casi legati all’emergenza. Da questo punto di vista la situazione non è sotto controllo, i giovani, e non solo loro, non rispettano le distanze di sicurezza. Capisco che ci si debba divertire e che si debba lavorare e che, mai come quest’anno, tutti gli operatori economici del turismo e del commercio sono fortemente penalizzati. Mi rendo conto delle difficoltà dei vari locali per via degli orari di chiusura imposti, ma la tutela della salute e il rispetto degli altri deve prevalere su tutto”.

“Mi auguro che gli alberghi possano lavorare – continua Lo Turco – perchè si tratta di strutture che portano turisti e danno lavoro alle persone. Assistiamo, tuttavia, ad una crescita invece abbastanza netta e significativa di persone che prendono in affitto case, appartamenti, o comunque strutture private che poi, a conti fatti, invece non danno occupazione. E il rischio è che ciò possa acuire la crisi economica e occupazionale”. “Importante inoltre – evidenzia Lo Turco – è che vengano fatte le sanificazioni da parte di chi accoglie delle persone nelle strutture private. I proprietari o gestori di questi immobili si premurano di fare questo? Mi auguro e chiedo che tutti si comportino senso di responsabilità, anche se ho seri dubbi che in molti casi queste misure vengano attuate”.

© Riproduzione Riservata

Commenti