ROMA (ITALPRESS) – “Conte dà i numeri. Ci sarebbe da ridere se non parlassimo del presidente del Consiglio pro-tempore. Parla di cose che non conosce, nel solo mese di luglio gli sbarchi sono stati settemila a fronte dei mille del luglio dello scorso anno, quando al Viminale c’ero io. Mi stanno chiamando da tutta Italia, anche Carabinieri da tre province, la situazione è drammatica. E’ un governo complice, ha un atteggiamento criminale e criminogeno”.
Così il leader della Lega, Matteo Salvini, in un’intervista a Il Tempo. Poi, aggiunge: “La nostra battaglia principale è per rilanciare l’economia e far crescere il lavoro. Se sono costretto a rispondere sugli sbarchi dei clandestini è perchè ci ho messo un anno per bloccarli e mi becco pure due processi. Per Salvini sull’immigrazione “questi ci proveranno pure con lo ius soli, è l’unico argomento su cui possono andare d’accordo Pd e Cinque stelle”. Quanto allo stato di emergenza, secondo il leader della Lega “è semplicemente folle la proroga dello stato di emergenza. Senza emergenza. Semmai il virus rischia di diffondersi per gli sbarchi e i responsabili andranno cercati a Palazzo Chigi e al Viminale”. (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti