Andrea Carpita

TAORMINA – E’ botta e risposta al vetriolo tra l’Associazione Imprenditori per Taormina e l’Amministrazione. Aipt ha lamentato infatti nei giorni scorsi le “troppe concessioni selvagge rilasciate ancora adesso dal Comune” nel settore commercio. Sulla questione arriva ora la risposta dell’assessore al Turismo e Commercio, Andrea Carpita che replica con toni forti smentendo che ci siano state nuove concessioni di suolo pubblico.

“Le dichiarazioni del presidente dell’Aipt, Carmelo Pintaudi – afferma Carpita -, esigono un chiarimento su alcuni aspetti per nulla attinenti con la realtà di Taormina. Per prima cosa, ci preme sottolineare che questa Amministrazione, in seguito alla difficile situazione economica dovuta alla diffusione del Covid 19, ha deciso di rimandare la trattazione del nuovo regolamento sui suoli pubblici: ciò per non danneggiare ulteriormente le attività che sono già in sofferenza e che si vedono costrette a rispettare le restrizioni volute dal governo in seguito alla pandemia: su tutte quella del distanziamento sociale che, di fatto, riduce e limita l’attività lavorativa delle singole aziende. E’ bene però sottolineare che la nostra Amministrazione, contrariamente a quanto dichiarato da Pintaudi, non ha rilasciato, ad oggi, ulteriori concessione di suolo pubblico”.

“Chiediamo invece al presidente dell’Aipt – continua Carpita -, dove sia finito il rispetto e il senso di responsabilità verso la propria città da parte dei suoi associati che indiscriminatamente pensano di poter agire arbitrariamente, in barba alle proprie concessioni di suolo pubblico. Puntare il dito contro l’Amministrazione è quanto di più facile si possa mettere in atto, molto più complesso invece è assumersi le responsabilità dei propri errori”.

“Che ci sia una carenza nell’organico della Polizia municipale – evidenzia ancora Carpita – è cosa nota, ma il sottoscritto si è attivato presso la Città Metropolitana, ottenendo l’assegnazione temporanea di alcune unità che coadiuveranno i nostri vigili urbani nell’attività di controllo durante la stagione estiva. Inoltre porteremo tale problematica anche in seno all’Unione dei Comuni, certi che i centri limitrofi potranno aiutarci ulteriormente a rimpinguare il nostro organico di polizia municipale”.

“Va detto, e lo voglio evidenziare a scanso di equivoci o di interpretazioni strumentali delle mie parole, che gli agenti della Polizia metropolitana che arriveranno a Taormina non si occuperanno qui di commercio ma di viabilità, e così libereranno da alcuni compiti i nostri vigili, consentendo loro di avere tempo e modo di effettuare maggiori controlli sui suoli pubblici. Stesso discorso vale per quanto riguarda il discorso con l’Unione dei Comuni, dove noi faremo una proposta e gli altri comuni potrebbero darci una mano soprattutto sulle frazioni”.

“In ogni caso – conclude Carpita –, le dichiarazioni del presidente di Aipt suonano quantomai pretestuose, ancor di più in merito al caro affitti che, ricordiamo, è un contratto tra parti private all’interno del quale l’Amministrazione non può intervenire o entrare nel merito. Il sindaco ed il sottoscritto già tempo addietro hanno cercato di sensibilizzare i proprietari di immobili in questo senso, ma non è certo in nostro potere imporre un abbassamento dei prezzi degli affitti. La nostra Amministrazione infine prende le distanze da quello che il presidente Aipt definisce “clientelismo becero”, forse imputabile ad altri, ma non certamente al sottoscritto che ha sempre svolto il proprio ruolo con onestà e coerenza. Detto questo resto, come sempre, a disposizione per qualsiasi tipo di confronto”.

© Riproduzione Riservata

Commenti