Danilo Bevacqua

GIARDINI NAXOS – A due mesi dal voto, si va componendo lo scacchiere politico per le elezioni comunali di ottobre a Giardini e arriva anche la decisione del presidente del Consiglio comunale, Danilo Bevacqua, che dopo aver scelto di non candidarsi a sindaco annuncia in una nota il suo sostegno alla corsa di Seby Cavallaro.

“Ci avviciniamo alle elezioni comunali che ad ottobre daranno alla città un nuovo sindaco e una nuova amministrazione – scrive Bevacqua in una nota alla cittadinanza -. Mai come stavolta sarà un voto determinante per il futuro della nostra comunità, dopo una pandemia che ha messo in ginocchio l’economia del territorio e soprattutto mette a rischio la sopravvivenza delle attività e tanti posti di lavoro. In un momento così drammatico a Giardini Naxos non è più tempo di personalismi e antagonismi, non si possono anteporre le proprie ambizioni personali al bene di una città che ha bisogno di unire le forze per ripartire e affrontare la crisi con quella stessa condivisioni d’intenti che ci ha permesso di affrontare i mesi terribili del lockdown, quando il Coronavirus ci ha costretti a rimanere chiusi in casa. Uniti si vince tutti, divisi si perde e certamente non è una buona premessa vedere che alle elezioni comunali, in una cittadina di 9 mila abitanti, avremo 6 o 7 liste e altrettanti candidati a sindaco”.

Stavolta non basta vincere se poi non si avrà davvero la capacità di affrontare l’emergenza con un sindaco che sia all’altezza della situazione e una squadra che sia in grado di affiancarlo con grande impegno e con la necessaria competenza. Per questo ho deciso di sostenere Seby Cavallaro e il suo progetto. La nostra non e’ una semplice intesa politica ma un patto generazionale per Giardini, fatto di lealtà e condivisione d’intenti per il rilancio della città. Metto a disposizione le mie energie e il mio amore per questa città nella convinzione che questo sia il percorso giusto da intraprendere per il futuro del paese”.

“In una tornata in cui tanti si candidano a sindaco avrei potuto farlo anch’io, ma bisogna avere il senso di responsabilità di saper fare un passo indietro per consentire alla città di farne uno in avanti nei prossimi cinque anni. Chi pensa alla gloria personale e, magari, vuole mettere la fascia tricolore solo per sentirsi chiamare “signor sindaco” o chi pensa di inventarsi amministratore senza averlo mai fatto o avendolo già fatto con pessimi risultati, non fa il bene di Giardini Naxos”.

“Mai come oggi Giardini è ad un bivio. La gente soffre e pretende fatti e risposte, non illusioni e chiacchiere, è stanca delle solite promesse elettorali. Giardini ha bisogno di uomini di buona volontà, non di presunti “salvatori della patria”. Per questo sosterrò Seby Cavallaro, persona capace, uomo vicino alla gente, che conosce i problemi del nostro Comune e ha lo spessore politico e umano per farsi carico del destino di Giardini, da imprenditore che vive ogni giorno in prima persona i problemi dei nostri operatori economici, e che si candida a sindaco per mettersi al servizio di tutta la nostra comunità”.

“Questa scelta è stata condivisa con il mio gruppo politico, amici che mi hanno fatto riflettere e convinto, con un’analisi attenta e lucida della situazione, a frenare sull’orientamento iniziale di sostenere un altro candidato, evidenziando invece che era ed è giusto scegliere il candidato che più degli altri può aiutare la nostra comunità, l’unico che davvero può rilanciare Giardini Naxos: Seby Cavallaro”.

“Al suo fianco c’è una squadra che ha tanto entusiasmo e forti motivazioni, con un progetto credibile e sostenibile che potrà consentirci di far uscire Giardini Naxos dal buio di questo momento difficile e farla tornare ai livelli che le competono in Italia e nel mondo. Sono certo che possiamo farcela, c’è una grande sfida da vincere e mai come stavolta bisogna vincere tutti insieme per dare a Giardini un futuro all’altezza della sua storia”.

© Riproduzione Riservata

Commenti