Gabriella Tigano

TAORMINA – In merito ad alcune notizie di queste ore sugli spettacoli ospitati nel Teatro Antico di Taormina interviene il direttore del Parco di Naxos-Taormina, l’archeologa Gabriella Tigano, per fare chiarezza sulla situazione.

“Appare opportuno precisare alcuni aspetti riguardanti il sito monumentale gestito dal Parco Archeologico Naxos Taormina, il cui uso viene concesso a soggetti terzi previo pagamento di un canone concessorio. In base alla consueta convenzione annuale – scrive Gabriella Tigano – scaturita da accordi interdipartimentali e stipulata fra il Parco Archeologico Naxos Taormina e la Fondazione Taormina Arte, si precisa che quest’ultima, dal 2016, è esentata dal pagamento del canone concessorio all’ente parco per le 30 giornate annuali di eventi a lei concesse, a fronte di altri servizi erogati e concordati”.

“Si rende noto inoltre che, per venire incontro alle difficoltà economiche degli imprenditori culturali causate dall’emergenza covid, per questa stagione estiva 2020 è stato disposto di ridurre – in maniera proporzionale al numero degli spettatori consentiti dalle misure di distanziamento anti-covid – il canone concessorio previsto per tutti gli altri eventi ospitati nel Teatro Antico di Taormina”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti