la senatrice Urania Papatheu

ROMA – “Credevamo di aver già assistito al peggio possibile con questo governo ma la ministra Azzolina è ormai una fucina inesauribile di disastri. Non si era mai vista una ministra che mostra in diretta tv come funziona un banco con le rotelle e si premura di rassicurare che “è comodo” e “ci sta il vocabolario di greco”. La ministra della (d)istruzione, ha ormai anteposto al suo ruolo istituzionale quello di annunciatrice per le televendite governative della “Casalino production”. Lo afferma la senatrice Urania Papatheu, parlamentare siciliana di Forza Italia.

“Anziché invocare il “basta” alle polemiche, da lei scatenate con le sue frequenti gaffe – dichiara Papatheu -, Azzolina dovrebbe prendere atto della propria inadeguatezza e dimettersi. La sua improvvisazione sta danneggiando la scuola. Non sono gli altri a “terrorizzare” le famiglie, è lei a creare scompiglio tra studenti, genitori, dirigenti e docenti”.

“Dalla DAD, che era necessaria per il lockdown ma avviata con superficialità, svolta con approssimazione e persino derisa dai ragazzi/e già certi del 6 politico, alle successive sortite da fantascienza con il plexiglass e le visiere sino all’acquisto ora di 3 milioni di banchi monoposto per settembre: anziché inventare caos e sprecare risorse, Azzolina si occupi delle migliaia di precari, degli insegnanti di sostegno, dei disabili e delle 85 mila cattedre ancora scoperte. La scuola è una cosa seria, non è uno spin-off del Grande Fratello”.

© Riproduzione Riservata

Commenti