ROMA (ITALPRESS) – “La pandemia non accenna ad arrestarsi” “la mia vicinanza va a chi affronta la malattia e le sue conseguenze economiche e sociali, in particolare le popolazioni che vivono un conflitto”.
Lo ha detto durante l’Angelus Papa Francesco. “Rinnovo l’appello a un cessate il fuoco globale e immediato che permetta la pace e la sicurezza indispensabili per l’assistenza umanitaria necessaria. Seguo con preoccupazione – ha concluso il Pontefice – la situazione di conflitto nel Caucaso, fra Armenia e Arzebaijan”.  (ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti