il presidente Nello Musumeci

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, attacca Alitalia ed è botta e risposta con la compagnia di bandiera sulle scelte strategiche riguardanti i collegamento da e per la Sicilia con il resto d’Italia.

“Alitalia si è comportata in maniera assolutamente scorretta. Una compagnia che sta in piedi con i miliardi tirati fuori dalla tasca dei cittadini italiani non può agire nel modo in cui ha fatto. Noi ci auguriamo che da parte del governo nazionale arrivi una presa di posizione decisa su Alitalia o sulla nuova compagnia che si pensa di mettere in piedi. Obiettivamente la Sicilia nelle strategie nazionali è stata trattata assai male”, ha dichiarato Nello Musumeci.

Bordate a cui ha replicato così la compagnia: “La priorità di Alitalia di massimizzare l’accessibilità aerea da e per la Sicilia – si legge in un comunicato – è confermata non solo dall’esser stata durante il lockdown l’unica compagnia a garantire la mobilità aerea dei siciliani e dei visitatori dell’isola, collegandola con il mondo attraverso lo scalo di Roma, ma soprattutto dall’incremento costante negli ultimi due mesi dei servizi aerei da/per la Sicilia con Roma e Milano, fino ad arrivare nel mese di agosto a 12 voli al giorno, fra andate e ritorni, sulla Catania-Roma, Catania-Milano e Palermo-Roma e 8 al giorno sulla Palermo-Milano. La piena attenzione all’accessibilità aerea della Sicilia – conclude Alitalia – trova riscontro anche nella ripresa da luglio dei collegamenti da/per Pantelleria e Lampedusa verso Roma e Milano, per i quali ad agosto è prevista un’ulteriore crescita delle frequenze per soddisfare le esigenze di mobilità del territorio e la domanda turistica”.

© Riproduzione Riservata

Commenti