Antonio Fiumefreddo

TAORMINA – Asm alza il pressing sul Comune di Taormina per i mancati pagamenti dei servizi effettuati per conto della casa municipale. Il liquidatore Antonio Fiumefreddo ha inviato una nota agli uffici di Palazzo dei Giurati nella quale annuncia proprio lo stop ai servizi in assenza dei relativi versamenti al forziere di contrada Lumbi.

“Si comunica – scrive infatti Fiumefreddo in una nota all’indirizzo del dirigente dell’Ufficio Tecnico, l’ing. Massimo Puglisi – la sospensione di tutti i servizi affidati ad Asm e i cui interventi ricevono il rifiuto da parte sua di liquidazione delle fatture, con il rifiuto di liquidarle accampando le più svariate scuse a fronte di servizi certificatamente resi”. “Va da sé che il rifiuto delle fatture per prestazioni rese, e documentalmente provate, in favore del comune di Taormina, equivale a riconoscere un indebito arricchimento da parte del Comune”, continua il liquidatore.

“Né vale – continua Fiumefreddo – pretestuosamente sollevare la mancanza dei contratti di servizio giacché notoriamente, documentalmente e da sempre, Asm opera unicamente per il Comune di Taormina come da deliberazione costitutiva della società e concessionaria dei servizi in questione”. Secondo il commissario liquidatore di Asm si ravviserebbe, quindi, “un gravissimo danno alla partecipata e al bilancio comunale”. Fiumefreddo si dice pronto a far arrivare il caso “alla magistratura contabile” ed in oggetto alle responsabilità sulla “sospensione del servizio” nel contestare l’operato del dirigente comunica poi che informerà il Prefetto di Messina.

In sostanza Asm reclama le somme non versate dal Comune di Taormina per quanto riguarda i servizi di acquedotto, illuminazione pubblica e lo scuola bus, gestiti dall’azienda per conto della casa municipale: importi rispettivamente di 750 mila euro, 450 mila euro e 250 mila euro che soprattutto di questi tempi diventano preziosi se non vitali per Asm per affrontare la crisi e l’asfittica situazione determinata dalla mancanza dei flussi di cassa degli anni precedenti.

© Riproduzione Riservata

Commenti