Cateno De Luca

MESSINA – “Entro 5 giorni andremo allo scontro con il Governo sull’hotspot di Bisconte”. Lo ha dichiarato il sindaco di Messina, Cateno De Luca, dopo aver emesso l’ordinanza con la quale dispone la chiusura del centro di accoglienza per i migranti nel capoluogo.

“Intanto abbiamo fatto l’ordinanza di chiusura – ha detto De Luca -. Non posso continuare a far prendere Messina a pernacchie. In questi anni ne abbiamo prese tante. La struttura non è idonea dal punto di vista igienico-sanitaria. Anzi è un attentato alla pubblica e privata incolumità. Persone che fuggono da questi centri sono in uno stato psicologico particolare e quindi si può poi generare altro. Noi contrastiamo la movida e dobbiamo quindi anche contrastare un’azione che può rischiare di diffondere il contagio. Quindi ospitare altri migranti significa avere uno strumento di contagio del Virus. Cosa chiedo? Non voglio che vengano sospese le politiche di aiuto e sostegno ai migranti ma che venga presa una nave, anche nel territorio di Messina, dove vengano trattate queste persone in modo anche più umane, per poi identificarli e smistarli nelle loro destinazioni. Sono persone che hanno diritto alle loro libertà ma noi siamo in una fase di libertà vigilata e non possiamo permetterci che vi sia un pericolo per la nostra incolumità. Impugneranno l’ordinanza? Apriremo un altro scontro e vedremo come deve finire questa storia”.

© Riproduzione Riservata

Commenti