il 2020 si conferma un anno sfortinato

Molti italiani non vedono l’ora che finisca il più in fretta possibile. Il 2020 si conferma un anno disastroso, o forse è meglio dire maledetto, nel mondo. E l’Italia non fa eccezione, dove agli effetti della pandemia e ai mesi di lockdown continuano a far seguito altri eventi drammatici.

Come se non bastasse la forte crisi economica che sta investendo tutti i settori e tante persone, e senza dimenticare che alcune zone del pianeta sono state colpite da eventi sismici (Turchia, Messico, etc), l’estate (in una stagione già finita prima ancora di essere iniziata) viene funestata anche dal maltempo e nelle scorse ore un alluvione ha fatto morti e creato gravi danni in Italia, devastando Palermo.

L’uomo per molti aspetti ha responsabilità enormi e ci ha messo del suo con le sue negligenze, ha fatto le peggiori cose possibili per alterare gli equilibri del pianeta e per devastare ambiente e territorio, ma lassù l’ira funesta di qualcuno sembra davvero essersi scatenata e gli eventi negativi si susseguono, quasi fosse in atto una punizione divina.

Libera scelta, libero arbitrio, si può essere superstiziosi o magari non credere affatto a queste congiunture e ognuno ovviamente può vederla come meglio crede. Una pura casualità o dimostrazione che il famoso detto “anno bisesto, anno funesto” sia vera? Il 2020 è anno bisestile, e come i superstiziosi sanno bene, è sinonimo di sfortuna e calamità. Insomma, il 2020 che comunque verrà ricordato per la pandemia, sembra avere tutte le carte in regola per consacrarsi come un anno negativo in cui è accaduto di tutto e di più.

© Riproduzione Riservata

Commenti