l'ex campetto dei Salesiani a Taormina

TAORMINA – Brusca frenata nell’iter per la proposta di realizzazione di un polifunzionale nell’ex complesso dei Salesiani di via Don Bosco a Taormina. La conferenza dei servizi preliminare in cui è stato discusso il relativo studio di fattibilità nella prima riunione svoltasi a Palazzo dei Giurati ha portato ad uno stop a questa iniziativa.

La Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Messina ha dato parere negativo a questo progetto presentato dall’attuale proprietà dell’area, una società di Aci Sant’Antonio (Catania). Il parere negativo è stato dato con riferimento alle disposizioni presenti nel Piano Paesaggistico previsto dalla Regione Siciliana. La zona in questione, in tal ambito, è di livello di tutela 3. La proprietà dei terreni si è ora presa 15 giorni di tempi per predisporre e trasmettere al Comune di Taormina e, dunque, alla conferenza dei servizi delle controdeduzioni sulla posizione delle Belle Arti con la relativa opposizione al parere. A quel punto la conferenza dei servizi verrà riconvocata dal Comune e riprenderanno i lavori per arrivare a una determinazione da parte degli enti preposti che partecipano a questa conferenza.

Il progetto prevede la nascita di un parcheggio nell’ex campetto dell’Oratorio e nel vicino complesso delle ex scuole invece un centro convegni. Una prospettiva che sta facendo discutere e sulla quale anche Legambiente ha già espresso le proprie perplessità con alcune osservazioni, riguardanti in particolare la viabilità connessa a questa iniziativa e quindi alla carreggiata molto stretta di Via Don Bosco, dove sarebbe difficoltoso un doppio transito veicolare. Gli sono al vaglio dei vari enti e nello specifico la Regione Siciliana (Assessorati al Territorio ed Ambiente e alle Infrastrutture), il Genio Civile ed i Vigili del Fuoco, e poi la Soprintendenza che come detto ha dato parere contrario.

© Riproduzione Riservata

Commenti