il vicecomandante della Polizia locale Daniele Lo Presti
il vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti

MESSINA – Via libera del Comune di Messina al rientro in servizio a Taormina del vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti. Il commissario che aveva posto fine in anticipo all’anno di istituto di comando nel capoluogo, con l’atto di recesso del 30 maggio, scorso, ha avuto nelle scorse ore il placet della Giunta di Messina per rientrare nella cittadina ionica. L’iter è stato sin qui al centro di un giallo perché, anche se non è mai stato in discussione l’esito della vicenda, i tempi si sono comunque allungati e mentre Taormina è rimasta ormai ai minimi storici con soli 7 uomini in organico, è slittato di un paio di settimane il nulla osta al ritorno di Lo Presti a Taormina, con un sostanziale rimpallo tra i due comuni sulla procedura da espletare.

Adesso la Giunta di Messina ha esitato “la revoca dell’assenso di comando di personale proveniente dal Comune di Taormina”, precisando che già “il 10 giugno scorso l’assessore con delega al Personale ha trasmesso al Dipartimento Affari Generali l’istanza di revoca dell’assenso a Lo Presti”. Poi il 24 giugno scorso, come si ricorderà, c’era stata anche una nota del segretario generale del Comune di Taormina, Nino Bartolotta.

A questo punto, in settimana entrante Lo Presti potrebbe prendere servizio e andare a rinforzare i ranghi dell’organico della Polizia locale taorminese, con il definitivo ritorno a Palazzo dei Giurati dove già era stato operativo per un biennio. Nel novembre scorso c’era stato il trasferimento a Messina per motivi personali ma già nei mesi scorsi si erano registrate le prime voci su un rientro anticipato di Lo Presti nella Perla dello Ionio e a maggio è stata poi raggiunta l’intesa con il sindaco di Taormina, Mario Bolognari. Ora il Comune di Taormina andrà a dare il suo benestare formale e ad ultimare così la procedura, mettendo la parola fine alla vicenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti