Palazzo dei Giurati sede del Comune di Taormina
Palazzo dei Giurati sede del Comune di Taormina

TAORMINA – Acque agitate al Comune di Taormina dove i lavoratori minacciano proteste per la mancata corresponsione di alcuni emolumenti. Per questo gli Rsu dei lavoratori hanno scritto una nota nelle scorse ore, trasmessa al responsabile dell’area economica finanziaria, al sindaco, al segretario generale, e ai vari responsabili di area, per la “mancata costituzione di fondi-risorse decentrate anno 2020-risorse stabili e lavoro straordinario”.

La comunicazione riguarda vari settori dell’attività comunale dove i lavoratori potrebbero ridurre a partire dal 20 luglio prossimo, in sostanza, gli orari di servizio e le relative prestazioni da fornire all’ente locale. I servizi cimiteriali, ad esempio, sabato e domenica rischiano la chiusura, ma soprattutto la situazione più spinosa è quella della Polizia locale, dove gli uffici rimarrebbero chiusi tutti i pomeriggi e poi da venerdì sino a lunedì mattina, ed in particolare i vigili coprirebbero soltanto il turno mattutino.

In assenza di un riscontro e quindi di una svolta sul mancato versamento del salario accessorio “da lunedì 20 luglio tutti i lavoratori turnisti effettueranno lavoro ordinario da lunedì a venerdì con orario 8-14”, fanno sapere gli Rsu. Altri settori strategici dove potrebbero esserci disagi sono quelli dell’anagrafe, ma anche per quanto riguarda altre figure preziose come i cantonieri e i giardinieri. “Non vogliamo rilasciare per il momento dichiarazioni e aspettiamo di conoscere la posizione dell’Amministrazione, alla quale abbiamo chiesto un incontro urgente – spiega il Rsu, Nino Raneri -, siamo fiduciosi possa prevalere il buon senso e che le legittime istanze dei lavoratori vengano accolte. Comprendiamo il momento di difficoltà ma lo è anche per i lavoratori. La nostra non è una guerra ma una battaglia a difesa dei diritti dei lavoratori”.

I vertici di Palazzo dei Giurati avranno, dunque, una decina di giorni per provare a risolvere questa problematica: se non dovesse esserci una soluzione immediata, si materializzerebbero tutta una serie di disagi. Come nel caso dei vigili urbani, che sono ormai rimasti in pochi a disposizione dell’ente e farebbero servizio soltanto nelle ore mattutine e lascerebbero scoperto tutto il resto della giornata.

© Riproduzione Riservata

Commenti