Ospedale di Taormina
Ospedale di Taormina

TAORMINA – L’Asp Messina convoca un summit decisivo per la realizzazione del progetto per il nuovo piano parcheggi all’ospedale San Vincenzo di Taormina. Il direttore generale dell’Asp Messina, Paolo La Paglia, annuncia un aut-aut, un sostanziale “dentro o fuori”, per la ditta che si è fatta avanti per proporre un project financing. “Non si può perdere altro tempo – spiega il dg La Paglia -, per questo ho chiesto agli uffici di convocare per i prossimi giorni una riunione con la ditta che propone un project per verificare con un chiarimento definitivo le loro intenzioni e la volontà effettiva di realizzare questo intervento, certamente strategico per l’ospedale di Taormina. Per rispetto degli utenti del San Vincenzo e degli addetti ai lavori bisogna arrivare in fretta ad una soluzione”. Si tratta di una criticità sin qui rimasta irrisolta da almeno un ventennio.

Il summit dovrebbe tenersi entro fine mese. Il manager dell’azienda messinese, in sostanza, prospetta due strade per quest’opera, una è quella dell’intervento del privato mentre l’altra è un “piano b” con l’impegno diretto della Regione: “La Regione ha già espresso la sua disponibilità a supportare l’attuazione di questo intervento e per questo non escludo che si possa procedere al coinvolgimento diretto con una richiesta di un finanziamento ad hoc”. D’altronde, Regione ed Asp hanno già siglato qualche tempo fa un’apposita convenzione che concerne “l’affidamento della progettazione di fattibilità tecnica ed economica dei Lavori per la realizzazione di una struttura multi-piano da adibire a parcheggi e servizi al “San Vincenzo”. Ora c’è da capire se ciò verrà costruito con l’impegno di un privato o se, invece, si dovrà mettere in campo un intervento pubblico.

Il progetto, rispetto alle previsioni iniziali di un costo pari a circa 16 milioni di euro, è stato rimodulato e ora prevede un parcheggio da 350 posti ed una foresteria per i familiari delle persone ricoverate. E’ stata accantonata l’idea di realizzare una sala convegni e una sala ristorazione, ed è stata congelata anche l’eventualità di un’elipista e una piastra da utilizzare come pista di atterraggio per elicotteri.

L’obiettivo è quello del potenziamento degli spazi a sosta attorno al presidio San Vincenzo, in una zona che al momento appare satura di stalli disponibili al parcheggio e con la relativa conseguenza ormai quotidiana dei tanti disagi per l’utenza. L’area già individuata si trova in un terreno sito a monte del presidio ed è qui che verrebbero realizzati i 350 posti auto aggiuntivi a quelli esistenti attorno all’ospedale. Nel corso degli anni l’utenza che raggiunge l’ospedale di Taormina è cresciuta in termini esponenziali e non riguarda più soltanto la zona ionica o la Valle dell’Alcantara ma si estende anche ai paesi della cintura etnea, senza dimenticare che all’interno dell’ospedale di Taormina si trova anche la Cardiochirurgia Pediatrica, che accoglie piccoli pazienti da tutta la Sicilia e anche dalla Calabria.

© Riproduzione Riservata

Commenti