D’Ambra: “Unione dei Comuni in TaoArte? Scelta monarchica”

“Le iniziative che si leggono sulla stampa ed in particolare su BlogTaormina da parte del sindaco Orlando Russo, anche se in parte condivisibili, derivano dalla direzione, monarchica, che lo stesso ha voluto dare alla sua gestione sindacale. Ci sono metodi di condivisione, confronto, dialogo, che purtroppo, Orlando Russo, non vuole tenere in considerazione anche se più volte la sottoscritta nella qualità di presidente del Consiglio comunale gli ha suggerito e successivamente contestato”. La bordata all’indirizzo arriva dal presidente del Consiglio comunale di Castelmola, Rossana D’Ambra, che così lancia un messaggio al sindaco di Castelmola e presidente dell’Unione dei Comuni Naxos-Taormina sulla proposta di adesione dell’ente comprensoriale alla Fondazione Taormina Arte.

“Non entro nel merito di altre iniziative come quella recente relativa al casinò di Taormina e nemmeno a quella su Taormina Arte ma ritengo siano argomenti che necessitano discussioni e confronti con chi rappresenta i cittadini ed in particolare tutti i consiglieri comunali, che rammento al sindaco sono stati sempre presenti e pronti a votare alla unanimità tutte le proposte che sono state sottoposte al Consiglio. Resto altrettanto contrariata nell’apprendere sempre dagli organi di stampa l’intervento che il sindaco di Castelmola ha effettuato nel Consiglio comunale di Taormina circa le problematiche inerenti la gestione del consorzio Rete fognante legate al passato ed in particolare al futuro della gestione del ciclo delle acque. Anche questo argomento non è stato minimamente condiviso con la presidenza del Consiglio e con i consiglieri comunali tutti”.

“Riconosco le qualità del sindaco Orlando Russo tuttavia lo invito, per il futuro, e per tutti gli argomenti che interessano particolarmente il futuro dei cittadini castelmolesi a cambiare metodo poiché la monarchia in Italia è finita da tempo. Resto a disposizione affinché ci si possa confrontare e dibattere in sede di maggioranza le tre questioni che hanno interessato le dichiarazioni del sindaco. Sono certa che da oggi in avanti ci sarà un cambio di marcia rispetto ai ruoli che ognuno di noi ha il dovere di riconoscere all’altro”.

© Riproduzione Riservata

Commenti