Palazzo Corvaja, ex sede del parlamento siciliano

Taormina. Avviato l’iter per procedere all’appalto dei lavori di ristrutturazione di Palazzo Corvaja. Il Comune di Taormina ha trasmesso, infatti, all’Urega gli atti riguardanti i previsti interventi mirati a salvaguardare lo storico complesso che fu sede in passato del Parlamento siciliano e che, in tempi più recenti, fu anche tra i luoghi di riferimento del G7 2017 a Taormina. Per l’esecuzione delle opere di cui necessita Palazzo Corvaja il Comune di Taormina ha ottenuto Un milione e 180 mila euro e adesso sarà l’Ufficio Regionale per le Gare d’Appalto a procedere all’affidamento di questi interventi. L’aspettativa da parte del Comune è che si possano affidare i lavori entro la fine dell’estate per poi far scattare la fase operativa ad ottobre (o magari già entro il mese di settembre).

Da diversi anni, d’altronde, si attendono questi interventi che vengono ritenuti fondamentali per risolvere i problemi di Palazzo Corvaja, che soffre per infiltrazioni d’acqua dal tetto ed in concomitanza con le piogge diventa un complesso vulnerabile con i relativi disagi se nel frattempo sono in atto delle mostre ed eventi espositivi all’interno dell’edificio. Ma soprattutto va considerato che Palazzo Corvaja nell’arco dell’anno è stabilmente sede degli uffici di Taormina del Servizio Turistico Regionale, una realtà di riferimento del turismo per la città di Taormina (si parla cioè dell’ex Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo). Ed all’interno di Palazzo Corvaja ha sede anche l’Associazione Albergatori di Taormina, punto di riferimento per l’hotellerie del territorio.

© Riproduzione Riservata

Commenti