l'ex campetto dei Salesiani di Taormina

Taormina. A sei anni di distanza dall’avvenuta chiusura nell’ottobre 2014 dell’Oratorio San Giorgio, arriva a un primo possibile punto di svolta il destino sin qui enigmatico dell’area che per 104 anni è stata sede dei Salesiani a Taormina. Come si ricorderà, a suo tempo, alcuni immobili finirono sul mercato senza poi trovare un acquirente. Invece lo storico campetto, un pezzo di storia della città dove sono cresciute intere generazioni di taorminesi, venne subito dismesso e ceduto, unitamente anche all’attiguo fabbricato delle vecchie scuole in Via Don Bosco, a una nuova proprietà, un privato di Aci Sant’Antonio.

E’ stata avviata una conferenza dei servizi che fa seguito ad uno studio di fattibilità e relativo progetto proposto dalla proprietà di questo complesso per la prevista “realizzazione di un edificio polifunzionale nel centro di Taormina”. E’ stato pubblicato all’albo pretorio del Comune di Taormina l’avviso di “indizione della conferenza dei servizi preliminare per l’esame del progetto in forma semplificata”. In sostanza, stando a quanto prevederebbe il progetto in questione, al posto del campetto dove tanti taorminesi sono cresciuti giocando a calcio e frequentando l’ex Oratorio, nonché del fabbricato anch’esso appartenuto in passato ai Salesiani e che fu per diversi anni sede di scuola dei Salesiani e anche dell”allora Istituto Tecnico Commerciale (poi trasferitosi a Trappitello), si prospetterebbe la realizzazione di un centro convegni con parcheggio multi-piani. “L’1 giugno scorso – spiega il dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale, l’ing. Massimo Puglisi – è stata acquisita al protocollo del Comune l’istanza trasmessa dal legale rappresentante della società “TaoFin Srl” con sede ad Aci Sant’Antonio, per l’indizione della conferenza dei servizi preliminare”. L’opera andrebbe in deroga al vigente Piano regolatore generale.

“Viene prevista – continua l’ing. Puglisi – la realizzazione di opere di interesse pubblico e per questa ragione la conferenza dei servizi si dovrà esprimere sul progetto per il profilo di fattibilità tecnica, al fine di indicare le condizioni per ottenere, sul progetto definitivo, le intese, i pareri, le concessioni, le autorizzazioni, le licenze, i nulla osta e gli assensi comunque denominati, richiesti dalla normativa vigente”. La conferenza dei servizi è prevista per il 7 luglio alle ore 10.30 nell’aula consiliare del Comune di Taormina. L’iter interessa, oltre al Comune di Taormina e alla ditta proponente, i vari enti chiamati ad esprimere un parere, ovvero l’assessorato al Territorio ed Ambiente (Dipartimento Urbanistica), la Soprintendenza, l’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità, il Genio Civile, i Vigili del Fuoco. Le amministrazioni coinvolte dovranno rendere le proprie determinazioni in oggetto alla conferenza e sulla base quindi della documentazione prodotta

© Riproduzione Riservata

Commenti