Taormina verso il compostaggio

Taormina. Archiviata l’emergenza sanitaria, il Comune di Taormina accelera per la realizzazione del progetto Compostaggio Domestico di Taormina. L’iniziativa era già stata avviata nei mesi scorsi e al momento ha visto l’adesione di 142 utenze.

“Passata la fase critica della pandemia che ha bloccato diverse attività in corso, – spiega l’esperto del sindaco, Marco Monforte -, si spera di mettere quanto prima in atto questa importante e virtuosa modalità di trattamento dei nostri rifiuti. Ricordiamo che l’umido costituisce quasi la metà dei rifiuti prodotti, e il suo trattamento “alla fonte” consente un enorme vantaggio ambientale ed economico per tutti”. In questa fase l’iniziativa concerne le utenze residenziali, mentre in un momento successivo andrà ad interessare poi anche le utenze commerciali.

Una gestione virtuosa dei rifiuti – evidenzia Monforte – è oggi più importante che mai, considerando le ultime gravi accuse giudiziarie abbattutesi su grandi impianti di smaltimento siciliani. Al di là delle specifiche contestazioni, materia di indagine, è doveroso riflettere sulla difficoltà e sui continui problemi derivanti dal trasporto e conferimento a distanza della frazione umida. Pensiamo solo alla qualità scadentissima del materiale che arriva a destinazione, a causa del menefreghismo di molti utenti, specie quelli commerciali. Una soluzione valida pertanto è quella di incrementare il trattamento in loco: il compostaggio domestico ma anche quello di prossimità, attuato con appositi composer dimensionati, recettori di un certo numero di utenze. Non a caso la Regione Siciliana, a riguardo, sta per riaprire i bandi per finanziamenti a fondo perduto che potrebbero essere molto opportuni per una località come Taormina. È vero che è difficile reperire spazi adatti e redigere la progettualità da inserire nella domanda, ma è auspicabile il massimo impegno in tal senso e dobbiamo impegnarci tutti. La riduzione è forse l’unica strada da seguire per una gestione virtuosa dei rifiuti. Ci può aiutare ad evitare grandi sprechi, grandi costi e grandi problemi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti