il consigliere comunale Antonio D'Aveni

Taormina. Finisce all’attenzione del Prefetto la decisione del Comune di Taormina dello spostamento del mercoledì settimanale nel parcheggio Porta Catania. Il mercato comunale del mercoledì, dopo lo stop per il lockdown, è stato riattivato, infatti, dalla scorsa settimana (3 giugno) in via sperimentale presso il livello 1 del posteggio sud di Taormina con apertura al pubblico dalle ore 8 alle ore 13. Sull’argomento l’opposizione dissente e ritiene che questa ordinanza non sia stata una scelta opportuna.

“Scriverò al Prefetto per l’avvenuto trasferimento del mercato del mercoledì al Porta Catania. Il motivo è chiarissimo: assembramento in luogo chiuso”, ha detto il consigliere Antonio D’Aveni. L’area individuata dall’Amministrazione, che a differenza della precedente, si trova al chiuso del parcheggio rappresenterebbe, in sostanza, una determinazione non in linea con le disposizioni sul contrasto della diffusione del virus e non garantirebbe i relativi presupposti riguardanti il distanziamento sociale.

La tradizionale fiera si svolgeva da tanti anni in Piazza Von Gloden /Piazza Goethe. “L’area circostante dove si svolgeva – stando a quanto ha motivato il sindaco – è ormai divenuta area di largo transito e fulcro di sbocco per i mezzi che vanno e ritornano dal vicino Comune di Castelmola; l’ubicazione del predetto mercato, in quell’area crea elevati disagi e intralcio alla normale circolazione stradale”.

Secondo quanto emerso in un verbale redatto il 28 maggio scorso, a seguito di un incontro tra i rappresentanti sindacali degli operatori commerciali del mercato settimanale e l’Amministrazione Comunale, incontratisi proprio per valutare l’ipotesi di spostamento del mercato in area più idonea e sicura a garanzia di un sereno svolgimento del mercato stesso, si è ritenuto che per la fiera possa svolgersi presso il piano terra del parcheggio Porta Catania. L’Asm ha dato il suo placet a questa soluzione. “E’ un luogo sicuro ai fini della viabilità e della sicurezza degli operatori, nonché degli avventori”, ha rilevato il primo cittadino, che anche sulla base di una relazione del Comando di Polizia municipale, ha preso atto dell’urgenza e della necessità di procedere allo spostamento di detti operatori del mercato settimanale nella nuova ubicazione. La minoranza è, invece, di tutt’altro parere.

© Riproduzione Riservata

Commenti