la consegna dei lavori alla "Vittorino da Feltre"

Taormina. L’attesa è finita. A 16 anni dalla chiusura per inagibilità, sono stati consegnati ieri mattina i lavori per la ristrutturazione dell’ex scuola elementare Vittorino da Feltre. L’Amministrazione comunale ha così affidato alla ditta incaricata il compito di rendere a norma il plesso di via Cappuccini dove sono cresciute intere generazioni di taorminesi, e così restituirlo alla comunità scolastica da qui ai prossimi 2 anni. Scatta, dunque, il cantiere che dovrà rendere nuovamente funzionale la scuola chiusa nel 2004, e che da allora ha costretto i bambini delle elementari a rimanere “ospiti” della scuola media Ugo Foscolo. All’appuntamento di ieri con i rappresentanti della ditta incaricata erano presenti il sindaco Mario Bolognari, il vicesindaco ed assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia, e l’arch. Ramona Ponturo funzionario dell’Ufficio Tecnico comunale).

Obiettivo 2022. “E’ un momento importante per la città di Taormina – ha evidenziato l’assessore Scibilia -. Finalmente diventa realtà l’avvio dei lavori alla “Vittorino da Feltre”, luogo dove sono cresciuti tanti cittadini di Taormina, patrimonio del Comune ma soprattutto della comunità taorminese. E’ stato un iter lungo e complesso ma alla fine siamo riusciti ad arrivare all’obiettivo e adesso si potrà avviare il piano di ristrutturazione del plesso”. I lavori della “Vittorino da Feltre” dovrebbero restituire alla fruizione il plesso da qui a un anno e mezzo o due anni. Si spera di poter riportare le classi delle elementari qui per l’anno scolastico 2022-2023.

Iter infinito. L’avvio delle opere mette fine ad un’attesa che era ormai diventata infinita per una svolta che sembrava non dover mai arrivare, per un motivo o per l’altro. Era l’autunno del 2004 quando l’Amministrazione del tempo dichiarò non a norma l’edificio in riferimento alla vigente normativa sismica. Le opere verranno ora realizzate da un’impresa di Maletto (Catania), che si è aggiudicata nei mesi scorsi l’appalto espletato dall’Urega nell’ambito di una procedura da Un milione 483 mila euro che vide partecipare 224 ditte mentre in precedenza erano state addirittura oltre 400 le imprese che avevano preso visione dei locali di Via Cappuccini. Sarà l’ala sud della “Vittorino da Feltre” quella, in particolare, interessata dai lavori che stanno prendendo il via.

© Riproduzione Riservata

Commenti