Enzo Scibilia e Antonio Balestrieri (amministratore Tekra)

Taormina. “L’accusa di non avere alcuna cura e non prestare attenzione alle contrade appare ingenerosa e soprattutto rappresenta un quadro non veritiero della situazione. Non abbiamo mai abbandonato Mastrissa e questa Amministrazione considera tutti i cittadini dei residenti di “serie A”, senza alcuna distinzione”. Così il vicesindaco Enzo Scibilia replica alla nota di protesta del comitato “Amici delle Contrade” che ha lamentato e denunciato con toni forti l’assenza di considerazione da parte dell’Amministrazione comunale di Taormina nei confronti della popolazione di Mastrissa e alcuni mancati interventi di sistemazione delle strade.

Effetto lockdown. “La nota di protesta ed alcune espressioni in particolare ci lasciano perplessi – dichiara Scibilia -. C’e’ un crono-programma di interventi riguardanti Mastrissa, che si sta definendo e che verrà attuato. Non occorre ricordare che ci sia stata un’emergenza sanitaria senza precedenti e quindi il lockdown che hanno bloccato tutto per due mesi. Soltanto adesso si sta tornando ad una graduale normalità”.

No alle polemiche. “La dimostrazione più evidente che abbiamo a cuore Mastrissa e la sua gente – continua Scibilia – è nell’avvenuta riorganizzazione della raccolta rifiuti, che in passato non era mai avvenuta in quella zona della città. Ogni settimana procediamo a far portare via gli ingombranti ed il materiale inerte, abbiamo realizzato il porta a porta con una raccolta rifiuti che, com’è giusto che sia, da’ pari dignità ai residenti di Mastrissa. Nelle scorse ore si sono recati a Mastrissa gli addetti al servizio per conto del Comune e della ditta incaricata, con i nostri funzionati dell’ufficio tecnico. Proprio il porta a porta e’ stato ampliato e siamo impegnati nel cercare di individuare gli incivili che sporcano le contrade. Provvederemo ad effettuare i lavori richiesti e confermiamo il nostro impegno. Non ci siamo mai sottratti alle nostre responsabilità e alle legittime aspettative dei cittadini per il decoro e la vivibilità del territorio. Non servono polemiche, i problemi si potranno risolvere con la collaborazione di tutti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti