la spiaggia di Isolabella

Taormina. La crisi soffia forte su tutta Italia e non risparmia nessuno ma a Taormina stabilimenti balneari sono pronti all’avvio della stagione, che dovrebbe scattare finalmente il 6 giugno.

Ai nastri di partenza. “Noi siamo pronti – evidenzia Filippo Patanè (componente del Comitato Balneari Taormina) -. La ristorazione è già stata avviata, tra l’altro, e ora aspettiamo di poter tornare ad accogliere i turisti in spiaggia. Sin qui abbiamo sottolineato, anche nelle lettere da noi inviate alle Istituzioni, che la nostra realtà è molto particolare. Mentre nelle città metropolitane si vive anche ma non soltanto delle attività specifiche delle spiagge, nei comuni balneari come il nostro, si vive essenzialmente dei servizi in spiaggia. Per questo bisogna partire subito e qui deve ripartire tutto il sistema Taormina, la filiera nella sua interezza. Senza il flusso giornaliero che anima il commercio, oltre che l’hotellerie, non si può affrontare questa crisi in termini efficaci”.

Il valzer dei protocolli. “Abbiamo fatto tutti i necessari lavori – continua Patanè – e va detto che l’ultimo protocollo per la disciplina del nostro settore prevede misure meno stringenti, rispetto al precedente protocollo Inail che era del tutto inattuabile. Più difficile sarà la gestione delle spiagge libere, dove ci sembrano irrealizzabili delle misure restrittive e diventa impossibile controllare chilometri di litorale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti