l'assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana, Alberto Samonà

Taormina. “Riaprono gli spazi della cultura, i parchi archeologici, i nostri musei, vogliamo ripartire in sicurezza con un sistema di prenotazioni online gratuito per una settimana. I numeri che stanno arrivando sono importanti, la gente vuole riappropriarsi di questi luoghi e tornare a respirare cultura. Questo è il nostro messaggi”. Lo ha dichiarato il neoassessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana, Alberto Samonà, nel fine settimana appena trascorso presente a Taormina alla riapertura dei siti del Parco di Naxos-Taormina.

I siciliani di sempre. “Da pochi giorni sono assessore ai Beni culturali e la Lega è entrata nel governo Musumeci – afferma Samonà -. Il mio assessorato è un assessorato che rappresenta tutti i siciliani e proprio il Teatro Antico è un luogo che rappresenta i siciliani di tutte le epoche”. “Riappropriarci del cuore della memoria e del nostro dna – continua Samonà – è l’identità del nostro popolo”.

Dare l’esempio. “Ci siamo chiusi in casa per due mesi e con questo comportamento responsabile oggi la Sicilia può ripartire, e può contare su numeri di contagi minori ad altre regioni che sono ancora in emergenza. Vogliamo vivere di energia, di emozioni incredibili ed è il messaggio che voglio dare a tutti. Quest’estate potremo essere turisti in casa nostra e già nei prossimi giorni potremo dare un esempio importante”.

Gabriella Tigano, Mario Bolognari e Alberto Samonà al Teatro Antico

Ingressi in sicurezza. Per accedere ai monumenti del Parco di Naxos-Taormina, ricordiamo, si dovrà essere muniti di muniti di DPI (dispositivi di protezione individuali, ossia guanti e mascherina propri); l’ingresso sarà numerato ed esclusivamente su prenotazione, gestita e regolamentata secondo un preciso flusso orario dal concessionario Aditus, gestore dei servizi di biglietteria del Parco; ai varchi d’accesso sarà misurata la temperatura con il termo-scanner e infine i biglietti saranno solo elettronici (con lettura digitale del QRcode). Fra le novità di questa riapertura figurano a Taormina i tornelli per distanziare il pubblico ed evitare assembramenti, mentre infografiche e cartelli oltre a indicare i percorsi di visita, ricorderanno ai visitatori le buone prassi per scongiurare il rischio di eventuali contagi; a Naxos, infine, è stata installata la nuova segnaletica bilingue che orienta i visitatori alla scoperta della prima colonia greca in Sicilia e dei suoi luoghi-simbolo.

Gli orari. Ricordiamo, intanto, le due diverse fasce orarie per visitare i monumenti del Parco di Naxos-Taormina. Per Isola Bella e Naxos dalle 9 alle 19. Per il Teatro Antico, interessato da due cantieri di lavori, dalle 17 alle 22: alle 20 l’attesa accensione dell’impianto di illuminazione artistica del monumento che prevede anche il fascio di luci tricolore in omaggio al Paese sull’iconico frons scenae che guarda il mare e l’Etna.

© Riproduzione Riservata

Commenti