Saro Bambara con il suo staff

Taormina. La città ogni anno di questi tempi era già piena di turisti, quest’anno è un’altra storia ma Taormina prova a mettersi alle spalle l’emergenza Coronavirus. Si va verso un’estate che, per forza di cose, sarà caratterizzata da tante difficoltà, tuttavia tra gli operatori economici c’è chi lancia un messaggio di speranza e incita tutti gli operatori economici ad affrontare con determinazione la fase critica. E’ il caso di Saretto Bambara, il re delle granite, uno dei volti simbolo dell’industria taorminese dell’accoglienza, proprietario di un bar che da tanti anni ormai è un punto di ritrovo per gli amanti della granita da ogni parte della Sicilia e da tutto il mondo.

Aspettando i turisti stranieri, Bambara è già tornato ad accogliere i primi visitatori del dopo-lockdown a Taormina con il suo “BamBar”: “Noi siamo pronti ed operativi, ci siamo rimessi al lavoro con entusiasmo e grande voglia di fare bene. Siamo consapevoli delle difficoltà ma siamo convinti che ce la possiamo fare. Taormina ha tutte le potenzialità per affrontare nel miglior modo possibile questa crisi che investe tutti.  Forza che si riparte, vi aspettiamo”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti