Romano Prodi

“Sperimentare la riapertura della scuola prima di settembre. La società deve rischiare, anche in ambito educativo”. A sostenerlo è l’ex premier Romano Prodi in una dichiarazione riportata da Huffington Post.

“Sono molto preoccupato per l’interruzione scolastica – afferma Prodi – probabilmente era necessaria, ma chiudere la scuola fino a settembre mi angoscia, anche perché c’è un quarto dei bambini che non ha le tecnologie: non possiamo lasciarli fuori”.

Dunque, suggerisce l’ex premier, “perché non fare qualche sperimentazione, magari dove non c’è contagio. Non vorrei che fossero i sindacati a bloccarlo, ma non si può a dare al primo settembre senza avere un patrimonio di sperimentazione, perché altrimenti diventa il giorno della bomba atomica. La società deve rischiare insieme, anche in ambito educativo”, afferma Prodi.

© Riproduzione Riservata

Commenti