il dibattito sulle spiagge libere ai tempi del Covid19

Giardini Naxos. Come gestire le spiagge libere ai tempi della lotta al Covid19? A Giardini Naxos, nella seconda stazione turistica siciliana, il Partito Democratico chiede al Comune di prevedere un impegno economico in bilancio per “l’impiego di bagnini che possano garantire la fruizione delle spiagge in modo libero e sicuro”.

Strategia anti-crisi. “Vista la difficile situazione socio economica determinata dal Covid-19 – scrive il segretario del Pd di Giardini – Franco Consoli -, in riferimento alla imminente stagione balneare, oltre ad esprimere solidarietà nei confronti dei lavoratori stagionali e degli operatori che esercitano attività di carattere turistico e commerciale e di gestione dei lidi balneari privati, manifesta grande preoccupazione per l’incertezza relativa all’applicazione dei protocolli sanitari e di sicurezza e per le modalità di utilizzo delle spiagge libere. Se è vero che nella gestione dei lidi privati sarà possibile il contingentamento, il mantenimento delle distanze e la sorveglianza, molto più difficile sarà fare tutto questo nei tratti di spiaggia libera”.

Sorveglianza e vigilanza. “Pertanto – continua Consoli -, pur considerando la grave situazione economica dei Comuni, che si stanno trovando privi del normale gettito delle entrate tributarie, invita i Sindaci, ed in particolare il sindaco di Giardini Naxos, a richiedere alla Regione Siciliana l’applicazione della Legge Regionale 17/98 per l’istituzione del Servizio di Sorveglianza e Vigilanza delle spiagge pubbliche, ai sensi della quale – all’art.5 – verrebbe garantito un contributo di almeno il 50% della spesa totale destinata all’utilizzo e fruizione in sicurezza delle nostre spiagge libere. Invitiamo il Civico consesso, in ogni caso, a prevedere una somma in bilancio per l’impiego di bagnini muniti di brevetto iscritti all’Ufficio di collocamento, o altre iniziative utili per sostenere e promuovere la prossima stagione balneare, garantendo la fruizione delle spiagge in modo libero e sicuro”.

© Riproduzione Riservata

Commenti