il Casinò di Taormina

Taormina. Scoppia la polemica tra il Consiglio comunale di Taormina e il presidente dell’Unione dei Comuni Naxos-Taormina (nonché sindaco di Castelmola), Orlando Russo, che è finito nel mirino di alcune critiche per presunte “ingerenze” nella vita politica taorminese. A scatenare la polemica anche la richiesta avanzata mercoledì scorso nella riunione tra Anci Sicilia e Governo Musumeci, in cui Russo ha chiesto la riapertura del Casinò di Taormina.

“Non può dettare legge”. “Non è più immaginabile – ha detto il consigliere di opposizione, Salvo Cilona – che il sindaco di Castelmola debba dettare legge nella nostra città e questo il sindaco di Taormina deve dirglielo. Per non parlare di iniziative che riguardano l’Unione dei Comuni e, di recente, anche una manifestazione che viene prevista a nostra insaputa per una trasmissione tv nazionale, e che ha visto arrivare in città persone che non hanno niente a che vedere con la città di Taormina. Il sindaco di Castelmola farebbe meglio a pensare ai problemi di Castelmola, a quelli di Taormina ci pensa il Comune di Taormina. Inizia ad essere una cosa pesante, vedere di continuo il sindaco di un altro comune che ingerisce e che non ha nulla da insegnarci. Abbiamo già avuto alcuni scontri sul Consorzio della Rete Fognante e sul transito dei bus, ma continuare a preservare e questa è una cosa ingiusta. Chiediamo, quindi, al sindaco Bolognari di intervenire e di far valere la sua funzione istituzionale e il nome della Città di Taormina”.

“Il cinema c’è già”. “Il disappunto di Cilona è anche il mio – ha dichiarato il consigliere di maggioranza Piero Benigni -. Il sindaco di Taormina non si è mai permesso di occupare nessuna piazza di un comune limitrofo per fare manifestazioni. Non si può consentire a nessuno di sfruttare la nostra città per farsi propaganda per la propria comunità. Se quella manifestazione fosse stata concordata con tutti i quattro comuni sarebbe stata una cosa diversa e in quel caso avrebbe avuto senso il ragionamento come Unione dei Comuni. Siamo in presenza di un’iniziativa personale e non autorizzata. Se il sindaco di Castelmola intende portare avanti un progetto comune per il comprensorio, lo discuta prima con il nostro sindaco e con gli altri sindaci del comprensorio, e noi saremo al suo fianco. Siamo in presenza di attività che vengono fatte per avere un pò di pubblicità o per fare un pò di cinema, ma noi il cinema a Taormina lo hanno fatto personaggi molto più importanti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti