Elsa Fornero

“Chi strumentalizza le lacrime e quindi le emozioni è povero di pensieri, è povero dentro. Gli uomini sono più capaci di noi di nascondere le emozioni e quando non sono in grado di nasconderle sono visti come eroi che ogni tanto sono umani. Le donne sono ai margini e quando devono fare scelte complesse e mostrano emozioni allora, poverette, sono inadeguate”. Così Elsa Fornero risponde alle polemiche che hanno investito in questi giorni le lacrime del ministro Teresa Bellanova per la prevista regolarizzazione di 600 mila lavoratori stranieri irregolari. Lacrime che a molti hanno ricordato proprio quelle della Fornero, quando era ministro del governo Monti.

“Sono emozioni che fanno parte del nostro modo di essere. Provo pena per chi strumentalizza queste lacrime e lo fanno perché non hanno argomenti e sono poveri di pensieri. Le donne vengono spesso lasciate ai margini e quando si trovano di fronte a situazioni complesse vengono definite inadeguati. Ma i veri poveretti sono quelli che criticano. Il provvedimento voluto dalla ministra Bellanova era inevitabile e sotto il profilo dell’equità doveva essere approvato e, giustamente, così è stato”.

© Riproduzione Riservata

Commenti