il prof. Paolo Ascierto

“I dati dei contagi sono abbastanza rassicuranti per il momento, ma la mascherina non deve spaventare. Noi medici la indossiamo tutto il giorno e, se correttamente aderente su bocca e naso, purtroppo può causare mal di testa o spiacevoli irritazioni dovute agli elastici e allo sfregamento con la pelle ma di certo NON al respirare anidride carbonica. È vero, può essere scomoda e fastidiosa, ma è l’unica protezione per noi e per chi ci circonda”. Lo ha dichiarato il prof. Paolo Antonio Ascierto – Oncologo e ricercatore italiano.

Il prof. Ascierto lancia un appello ad indossare la mascherina e fa anche il punto sulla terapia anti-Coronavirus a base di Tocilizumab, rimarcando che questa cura contro il Covid19 funziona. Un protocollo sperimentale attivato in tempi record grazie allo sforzo congiunto del Pascale e dell’Ospedale Monaldi-Cotugno di Napoli, che nei mesi recenti ha dato risultati confortanti, risultando importante per la guarigione di diversi pazienti e diventando anche oggetto di studio da parte di alcuni Stati stranieri.

“La scorsa settimana è stato un momento importante a 14 giorni dalla riapertura del 4 maggio. I numeri oggi sono rassicuranti e, possiamo dirlo, siamo stati bravi. Ma siamo adesso a 100 metri dal traguardo e manca un ultimo sforzo, quello finale. È vero, l’estate è alle porte e ormai le giornate sono calde e soleggiate, ma prego soprattutto i giovani di fare attenzione a rispettare le norme base di prevenzione: usate sempre la mascherina, rispettate il distanziamento sociale minimo e lavate spesso le mani. È un sacrificio in più ma ne vale la pena perché il momento che stiamo vivendo può davvero influenzare il nostro e il vostro futuro”.

“Superato il primo step dell’Agenzia Italiana del Farmaco, oggi abbiamo un’arma in più contro il Covid-19. Sono state gettate le basi anche per la sperimentazione, che partirà in autunno, di un vaccino. Avremo i risultati entro giugno dell’anno prossimo. Nel frattempo – ha aggiunto Ascierto -, ricordiamo che la battaglia contro il Covid-19 non è ancora vinta. L’arma più efficace resta sempre la prevenzione. Poche, ma efficaci, le regole da seguire: uso della mascherina, lavare spesso la mani e distanziamento sociale”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti