Gigi Simoni

Lutto nel mondo dello sport. Si è spento all’età di 81 anni l’allenatore (ed ex calciatore) Luigi (Gigi) Simoni. Nato a Crevalcore il 22 gennaio 1939, a giugno dello scorso anno era stato colpito da un ictus. La sua storia da calciatore iniziò al Mantova nel 1959, poi ha indossato anche le maglie di Napoli, Torino, Juventus, Brescia e Genoa. Proprio con i liguri iniziò una lunga e importante carriera ultra-trentennale da allenatore. Tante le squadre allenate in Italia e all’estero da questo stimato allenatore che verrà ricordato soprattutto come un gentiluomo del calcio, una persona perbene dai valori d’altri tempi.

La carriera. Da allenatore ha vinto 2 campionati di Serie C e 11 in Serie B. Con la Cremonese nel 1993 riuscì nell’impresa di vincere il Torneo Anglo-italiano, trionfando per 3-1 a Wembley in finale il Derby County. Ha guidato il Napoli negli anni del dopo Maradona ma soprattutto l’Inter di Ronaldo dal 1997 al 1998, con la vittoria della Coppa Uefa nella finale al Parco dei Principi di Parigi contro la Lazio. Nello stesso anno andò a un passo dalla conquista dello scudetto, un sogno sfumato nella discussa Juve-Inter del fallo da rigore non fischiato dall’arbitro ai nerazzurri dopo il fallo di Iuliano su Ronaldo, e l’espulsione di Simoni che perse la sua pacatezza e decise di entrare in campo per urlare in faccia al direttore di gara, Ceccarini, “Si vergogni”. Gigi Simoni aveva accusato un malore il 22 giugno scorso e scompare proprio nel giorno del decennale della vittoria interista del Triplete, quel 22 maggio che aveva consacrato il suo operato con l’Inter un decennio prima.

Taormina d’inverno. Innamorato della Sicilia, tra i luoghi che apprezzava di più c’era Taormina, dove aveva trascorso in alcune circostanze le sue vacanze. “Ma la grande bellezza di questa città è soprattutto quella d’inverno, quando puoi apprezzare meglio i luoghi, puoi passeggiare sulla strada principale (il Corso Umberto, ndr) e c’è un silenzio e una quiete molto bella”, disse qualche anno fa. R.I.P.

© Riproduzione Riservata

Commenti