una delle tante attività chiuse per l'emergenza Coronavirus

Taormina. “Lo Stato ha abbandonato il sistema turistico”. E’ il grido di di dolore lanciato da imprenditori e commercianti, lavoratori di diverse imprese dell’industria dell’ospitalità di Taormina, che hanno raccontato martedì sera il dramma della crisi in un servizio per il programma “Fuori dal Coro” di Rete 4.

Dramma senza precedenti. Nel corso del servizio l’imprenditore Angelo Maimone (CityBySee Open Top Bus ed esponente dell’Associazione Imprenditori Turistici Associati), il ristoratore Giorgio Siligato (Wunderbar) ed altri protagonisti dell’accoglienza nella capitale del turismo siciliano. Tutti hanno evidenziato il dramma di una stagione turistica che rischia di essere già finita prima ancora di iniziare. Sarà possibile ripartire? Come si potrà affrontare la crisi se lo Stato non darà aiuti adeguati per salvare le attività dal disastro? Cresce la preoccupazione collettiva per uno scenario triste e senza precedenti, che non a caso è stato definito da molti come un vero e proprio “dopo guerra”. Al momento c’è un’unica amara certezza: così la crisi economica rischia di diventare una strage sociale.

© Riproduzione Riservata

Commenti