Debora Serracchiani

“Qualche incertezza non può non esserci perché stiamo affrontando davvero un fatto enorme nella sua forza e nelle conseguenze che sta avendo. Il dialogo deve continuare, come c’è stato fin qui e come ci ha permesso di prendere provvedimenti che riguardano l’economia, la sanità o altro di capotale importanza, allo stesso modo il governo continuerà a dialogare con i gruppi economici e con le categorie parlamentari per capire quello che si può e si deve fare ancora”. Lo ha dichiarato la parlamentare del Partito Democratico, Debora Serracchiani.

“Stiamo andando avanti così e stiamo chiudendo un accordo importante con l’Unione Europea che ci permetterà di avere delle risorse. In questa fase non solo prolunghiamo tutti gli ammortizzatori sociali, continuiamo a dare il sostegno al reddito, diamo liquidità alle imprese e cerchiamo anche di ragionare sulle filiere su cui fare investimenti, ma arriva poi anche il momento degli investimenti: se ne è parlato oggi, ci sarà bisogno di una imponente iniezione di denaro pubblico e di una imponente riforma di questo paese. Devo dire che c’è una cosa di fronte alla quale tutti ci siamo scontrati, anche con la migliore buona volontà e con l’iniziativa più creativa: è la burocrazia che in questo paese davvero uccide ogni forma di iniziativa di fronte alle emergenze”.

“Noi siamo stati i primi tra le democrazie occidentali ad adottare i provvedimenti del lockdown quando tutti si mettevano a ridere, oggi non ridono più perché stanno affrontando la pandemia tanto quanto noi. Sulle riaperture è vero che qualcuno ha fatto scelte diverse ma è anche vero che le maggiori cautele spettano ai Paesi che hanno avuto maggiori difficoltà e l’Italia è proprio uno di questi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti