Taormina verso il dopo Covid19

Il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, interviene sulla notizia di una sua interlocuzione avviata con gli hotel di lusso della città, e spiega così la vicenda.

“In riferimento alla notizia di una mia interlocuzione con i manager degli alberghi di lusso ed una nota della presidenza di Federalberghi che se ne lamenta – scrive Bolognari a BT -, desidero chiarire che mi è stato richiesto un incontro telematico al quale non mi sono sottratto e non vedo perché avrei dovuto sottrarmi. Durante la discussione mi sono state chieste informazioni su quanto il Comune potrà fare e come pensiamo di gestire i prossimi difficili mesi. Ho risposto per quanto possibile, come ho fatto in questi giorni anche con altre categorie o con singoli cittadini. L’ho fatto perché mi interessa ascoltare analisi e proposte di tutti. Poi, certo, bisognerà arrivare a una sintesi”, continua Bolognari, che auspica a tal proposito “non si alimentino polemiche”.  

“Io e l’Amministrazione che rappresento non abbiamo scelto questo o quell’interlocutore. Non solo, ma ci guardiamo bene dal farlo. Se gli albergatori tra loro non sono in perfetta sintonia, ritengo che sia salutare un confronto tra di loro, ma non sarò io a dirimere le loro eventuali divergenze”.

“Il tavolo di concertazione mette insieme tutti, nessuno escluso, ed è in quella sede che ciascuno potrà far valere le proprie opinioni, non con l’ennesima lettera, dichiarazione o presa di posizione. Il danno e la gravità della situazione non lasciano margine a giochini politici o a critiche pregiudiziali. Mostriamo un’immagine unitaria e attenta alle cose che contano”.

© Riproduzione Riservata

Commenti