La Reggia dei Nonni a Gaggi

L’Asp Messina ha avviato una massiccia attività di esecuzione dei tamponi anti-Coronavirus nel comprensorio di Taormina, con particolare riferimento alla cittadina di Gaggi, dove sono stati disposti una serie di test faringei in una casa di riposo. I tamponi, circa 40, verranno eseguiti dal personale dell’Asp alla casa di riposo “La Reggia dei Nonni” e riguarderanno sia gli anziani che il personale che opera nella struttura.

L’anziana morta nei giorni scorsi. In questa casa di riposo, di recente si trovava ricoverata un’anziana di Castelmola poi deceduta pochi giorni dopo il suo rientro a casa. La signora, morta all’età di 102 anni, era stata sottoposta a tampone poche ore prima della morte ma va detto che al momento non vi è alcun riscontro che il decesso sia riconducibile ad eventuali fattori dovuti al Covid19. Potrebbe, quindi, essersi trattato di una morte per cause naturali senza altri fattori contingenti. Tra l’altro, a quanto risulta, il tampone eseguito dall’Asp sull’anziana di Castelmola non ha avuto esito, per l’impossibilità cioè di stabilire un risultato a causa dell’insufficiente quantità di materiale analizzato.

Nessun caso a Gaggi. L’attività di esecuzione dei tamponi nella casa di riposo di Gaggi ha, dunque, finalità preventiva in una struttura dove al momento non si sono registrati, per fortuna, casi di Coronavirus. La gestione della struttura è riuscita, almeno sin qui, ad arginare l’onda d’urto del Covid19 e a fronteggiare con risultati confortanti il rischio di contagi in un contesto, quello delle case per anziani, che purtroppo ha fatto invece registrare una situazione drammatica in tante parti d’Italia. L’auspicio, dunque, è che tutto possa continuare ad andare bene e che a Gaggi si abbia un esito negativo per tutti gli anziani ricoverati e per il personale impiegato nel centro.

© Riproduzione Riservata

Commenti