l'ospedale San Vincenzo di Taormina

Taormina. Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, in una nota chiede all’Asp Messina maggiore sicurezza nelle operazioni di rilevazione della temperatura all’ingresso dell’ospedale San Vincenzo di Taormina.

Garantire la sicurezza. La segreteria di Messina del sindacato degli infermieri, in particolare, chiede che le attività di rilevazione vengano eseguite da persone dotato di adeguati dispositivi di sicurezza e “formazione specifica”. “Mentre ad esempio a Milazzo si predispone un servizio con sanitari per la rilevazione delle temperature all’ingresso, a Taormina si usa altro personale per la stessa mansione. Quale valutazione del rischio per i loro profili professionali? Quali Dpi utilizzati?”.

Fare chiarezza. Il sindacato, assieme alla componente Rsu, nella nota all’Asp Messina ha chiesto ai vertici dell’azienda sanitaria di poter avere “delucidazioni circa le modalità di applicazione della direttiva secondo la quale occorre rilevare la temperatura all’ingresso di tutti i dipendenti e se la temperatura supera i 37,5 rimandarli a casa”. Il Nursind, nel rimarcare “il momento di emergenza” chiede inoltre “con quale informativa alle organizzazioni sindacali sia stata effettuata la scelta”. “Nelle more di una regolamentazione uniforme della direttiva”, il Nursind sollecita “la tutela del personale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti