spesa al supermercato

Il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, scrive ai titolari delle attività commerciali
al dettaglio attualmente autorizzate per evidenziare le disposizioni, da osservare, relative alle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica Covid 19. Si tratta di attività commerciali al dettaglio di cui all’allegato 1 DPCM 10 aprile 2020.

Com’è noto, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 10 aprile 2020, in vigore dal 14 aprile 2020, sostituisce i decreti dell’8, 9, 22 marzo e 1 aprile 2020. Tuttavia, il nuovo decreto conferma tutte le disposizioni già in vigore, estendendole a ulteriori categorie di esercizi commerciali per i quali non vige il divieto di svolgere attività. Poiché sulla specifica materia degli esercizi commerciali sono state introdotte ulteriori misure da parte del Presidente della Regione Siciliana e, per la sola parte relativa agli orari dei negozi diversi dagli alimentari e dalle farmacie, da parte del Sindaco di Taormina, che rendono diverse le condizioni rispetto alle altre regioni italiane e agli altri comuni, si rende opportuno riassumere le norme vigenti dal 14 aprile al 3 maggio 2020 su tutto il territorio comunale.
Le attività commerciali che restano aperte, così come individuate nell’allegato 1 al DPCM, devono:
1. Mantenere il distanziamento interpersonale
2. Garantire pulizia e igiene due volte al giorno in funzione dell’orario di apertura
3. Garantire adeguata aerazione naturale e ricambio d’aria
4. Dotarsi di sistemi di disinfezione delle mani, specie accanto ai sistemi di pagamento
5. Utilizzare le mascherine e i guanti “usa e getta”
6. Regolamentare e scaglionare gli accessi: fino a 40 mq. un cliente per volta e massimo due addetti alla vendita; per superfici superiori un numero di clienti in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita
7. Informare i clienti in attesa in entrata della necessità di mantenere le distanze interpersonali.
Tutti gli esercizi commerciali, esclusi quelli alimentari e le farmacie, devono rispettare il seguente orario (Ordinanza sindacale n. 14 del 26 marzo 2020 e ss.mm.ii., concordata con tutti i comuni del comprensorio): 08,00-13,00 e 15,00-18,00. Gli alimentari e le farmacie mantengono il loro orario solito, ma possono volontariamente ampliare detto orario in base a quanto disposto dalle norme contenute nel punto 7. A) dell’allegato 5 del DPCM del 10 aprile 2020.
È disposta la chiusura domenicale di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati, fatta eccezione per le farmacie di turno e le edicole (Ordinanza contingibile e urgente del Presidente della Regione Siciliana n. 16 dell’11 aprile 2020, art. 4, comma 1).
Considerata l’importanza delle norme sopra riportate per il contenimento del contagio, le attività avranno cura di rispettare rigorosamente quanto prescritto, senza eccezione alcuna, e di esporre ben visibile al pubblico la presente nota.

© Riproduzione Riservata

Commenti