la sen. Urania Papatheu

“Nel momento dell’emergenza sanitaria che è già diventata un dramma economico per milioni di italiani, il Governo Conte continua a promettere aiuti senza versare un euro nelle tasche dei cittadini e ora vuole introdurre una patrimoniale sul Covid-19. Dicono di voler colpire i ricchi ma i redditi oltre gli 80 mila euro sono solo l’1,9% dei contribuenti. Parlano di un “contributo di solidarietà”, mandano in avanscoperta le sardine e la chiamano Covid-Tax ma la “pantomima” delle liti Pd-M5S-IV-Leu non è altro che l’anticamera di una stangata col prelievo forzoso sui risparmi degli italiani”. L’attacco al Governo arriva dalla senatrice Urania Papatheu, esponente siciliana di Forza Italia.

Milioni di italiani alla fame. “Il Governo Conte – dichiara Papatheu – ha millantato una “poderosa” iniezione di liquidità che si è rivelato un grande bluff e per assecondare i diktat dei baronati europei ora si preoccupa del debito e di fare cassa, senza farsi alcuno scrupolo di togliere ai cittadini 1,3 miliardi e lasciare morire di fame milioni di cittadini, famiglie, imprese e lavoratori, stremati dalla crisi e costretti persino a continuare a pagare bollette, affitti e mutui. Forza Italia non consentirà che questo Esecutivo di modesti illusionisti e dilettanti allo sbaraglio, mai legittimati a governare dal voto degli italiani, metta ancora le mani nelle tasche degli italiani”.

Virus delle tasse. “La misura è colma, adesso basta – avverte Papatheu -. Non permetteremo che gli italiani costretti da un mese a stare in casa per resistere al Covid-19, e in tanti casi già ridotti alla povertà, vengano ora sopraffatti dal “virus delle tasse” che da sempre è nel dna delle sinistre”.

© Riproduzione Riservata

Commenti