i sistemi adottati al "Cotugno" di Napoli

“Vi chiedete come faccia il personale sanitario dell’ospedale Cotugno di Napoli ad essere protetto da contagi? Vi chiedete come abbia ottenuto la ribalta da Sky News UK quale modello sanitario italiano da imitare? Ecco la risposta”. Così lo scrittore e giornalista Angelo Forgione ci mostra nelle immagini girate da Novel Clara (infettivologa dell’ospedale Cotugno) perché al presidio ospedaliero “Cotugno” non si registrano casi di contagio da Coronavirus rispetto a tante altre strutture ospedaliere e il segreto – forse non del tutto ma almeno in parte – è in una soluzione funzionale, molto intelligente, che è stata applicata negli spostamenti tra i vari locali del presidio. E’ una di quelle cose che non hanno costi esorbitanti, che certamente servirebbe ovunque e anche qui da noi, a protezione di tutti gli operatori sanitari del nostro territorio, ogni giorno impegnati in prima linea nella lotta al virus e che non possono e non devono essere esposti al rischio di contagio da Covid-19.

Lotta al contagio. “Tutto merito di precisi dispositivi di protezione di altissimo livello in Pronto Soccorso, tra docce clorate, maschere facciali con filtri specifici per il rischio biologico, tute integrali e percorsi separati per contaminati e non. Tutto approntato al tempo dell’emergenza-Ebola, il che vuol dire che il Cotugno era (ovviamente) già prontissimo da tempo per emergenze pandemiche come quella da Coronavirus”.

Cose giuste a costi sostenibili. “Le docce clorate, in particolare, sono utilissime per decontaminare il personale prima di entrare in una zona per la svestizione, in cui bisogna seguire una procedura precisa. Progetto firmato dall’architetto Francesco Molino, responsabile servizio prevenzione e protezione dell’Azienda dei Colli – Ospedale Cotugno. Uomini preparati e ingegnosi che fanno le cose giuste a costi sostenibili. “Incredibile” proprio no. Semmai eccellente, e tanti saluti ai pregiudizi di chi l’eccellenza non se l’aspetta da Napoli e dal Sud”.

© Riproduzione Riservata

Commenti