Nello Lo Turco, sindaco di Giardini Naxos
Nello Lo Turco, sindaco di Giardini Naxos

“Rinnovo l’invito a tutti i cittadini di Giardini Naxos a rimanere in casa e li esorto, quando usciranno di casa per andare a fare la spesa, di munirsi di idonei dispositivi di salvaguardia e protezione, ovvero di guanti e di mascherina”. Così il sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco, rinnova l’appello ai cittadini della seconda stazione turistica siciliana, a rimanere in casa e continuare a rispettare le norme di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Pasqua di nuova vita. “E’ iniziata la settimana santa – evidenzia Lo Turco – e auguro a tutti una Santa Pasqua, con la speranza che possa essere una Pasqua mai come questa volta di rinascita e di salvezza a nuova vita”. 

Attesa e disagi per i tamponi. “Per quanto riguarda i soggetti posti in isolamento domiciliare, perché rientrati da altre Regioni o dall’estero dopo il 14 marzo scorso, che quindi devono essere obbligatoriamente soggetti a tampone, capisco i disagi di chi, trascorsi i 14 giorni di isolamento domiciliare, non è stato ancora sottoposto a tampone o lo è stato ma è attualmente in attesa dei relativi risultati, ma rammento che in ogni caso si applicano a tutti le attuali disposizioni che vietano di uscire se non per urgenti e comprovate esigenze/necessità. Fermo restando quindi che continuerò a scrivere e sollecitare quotidianamente l’Autorità Sanitaria competente ad assolvere a quanto disposto con ordinanza del Presidente della Regione, effettuando i dovuti tamponi e comunicando i relativi referti con più celerità possibile, al fine di non aggravare per nessuno le restrizioni già difficili e soprattutto di evitare gli eventuali problemi che potrebbero derivare dai ritardi in caso di esigenze lavorative dei soggetti, ricordo che il Comune, attraverso la Protezione Civile comunale, è a disposizione tra l’altro di tutti questi cittadini che si trovano in isolamento domiciliare forzatamente prolungato per ogni esigenza connessa al reperimento di beni alimentari e/o di prima necessità”.

I due casi di Covid-19. “Infine vorrei tranquillizzare gli abitanti del quartiere cittadino dove si sono registrati i due casi di Coronavirus, perché attualmente sono soltanto due le persone dello stesso poste in isolamento domiciliare ma perché rientrate dall’estero, senza nessuna attinenza quindi con i due casi verificatisi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti