l'emergenza Coronavirus

Taormina. Prosegue con grande attenzione il tentativi nei comuni del primo polo turistico siciliano di contrastare la diffusione del Covid-19. A Taormina, dove al momento fortunatamente non si sono registrati dei casi di positività, si contano comunque circa 20 persone in quarantena, che si sono cioè poste in via autonoma in isolamento domiciliare dopo essere rientrate in Sicilia.

In attesa del tampone. “Si tratta comunque – ha spiegato il sindaco Mario Bolognari – di persone rientrate dall’estero o da altre regioni italiane. O i taorminesi che studiano in altri territori o che lavorano fuori”. Dal’inizio del blocco si erano posti in isolamento domiciliare circa 80 persone ed ora, come detto, si conta una ventina di persone che stanno completando il loro periodo di permanenza precauzionale senza contatti con l’esterno e che devono poter fare il tampone al fine di evitare qualsiasi rischio.

Rimanere a casa. “A Taormina bisogna continuare a rimanere in casa, uscire soltanto per motivi di stretta necessità, e devo dire che i cittadini si stanno comportando comunque bene, ascoltando le raccomandazioni e rispettando le regole. Ora bisogna continuare a rimanere in casa perché le prossime giornate saranno importanti, anzi fondamentali”, ha aggiunto il primo cittadino. Le Forze dell’Ordine intendono, in tal senso, rafforzare i controlli sul territorio anche in vista del periodo di Pasqua.

La situazione a Naxos. A Giardini Naxos invece il sindaco Nello Lo Turco ha comunicato che “i soggetti in isolamento domiciliare perché rientrati da altre Regioni italiane e/o dall’estero, senza alcun sintomo, sono 34, di cui 19 sottoposti a tampone e in attesa del relativo esito”. A Giardini Naxos, com’è noto, si è registrato sinora il caso di un’anziana donna del luogo, deceduta purtroppo nei giorni scorsi per cause riconducibili al Covid-19 e adesso si trova ricoverato al Policlinico di Messina il figlio della donna, un operatore del 118. L’uomo sta lottando per la vita nella struttura ospedaliera del capoluogo e le sue condizioni vengono costantemente monitorate dall’equipe medica del Policlinico.

© Riproduzione Riservata

Commenti