Rodolfo Amodeo (foto M.Guillermo)

Il giornalismo siciliano perde uno dei suoi cronisti più noti ed appassionati. Si è spento, infatti, Rodolfo Amodeo, giornalista stimato e per tanti anni volto simbolo e voce per eccellenza dei Comuni della Valle dell’Alcantara.

La notizia dell’improvvisa e prematura scomparsa di Amodeo ci rattrista e ci lascia attoniti. Se ne va un bravo giornalista, amico di tutti, uno di quelli del vecchio giornalismo “polveroso”, quello che ha preceduto l’avvento dell’era dei social e che per tanti di noi ha rappresentato una palestra di vita ancor prima che una scelta di lavoro. Con la sua morte se ne va uno di quei giornalisti che, attraverso il loro incessante impegno, hanno raccontato tante pagine di vita del territorio, uno di quei cronisti che sono riusciti a rappresentare per la comunità ogni giorno un punto di riferimento.

Si spegne soprattutto una persona perbene che ha svolto la sua professione con garbo e onestà, un uomo che non si è mai arreso alle non poche avversità che questo mestiere ti porta ad incontrare nella vita. Aveva collaborato, negli anni, con la “Gazzetta del Sud” ed “Il Giornale di Sicilia”. Era una penna di riferimento del Gazzettinonline. Si occupava anche di arte, cultura e spettacolo. Ha condotto diversi eventi della zona. Lo ricordiamo, inoltre, come un attento studioso dei misteri del cosmo.

Ciao Rodolfo, la terra ti sia lieve. 

EC

 

© Riproduzione Riservata

Commenti