le entrate tributarie del Comune

Taormina. La Giunta di Taormina accoglie la protesta delle associazioni di categoria degli operatori economici e, per effetto della crisi economica determinata dall’emergenza Coronavirus, sospende per il momento il pagamento dei tributi locali, come già avvenuto in altri comuni siciliani. “L’unico provvedimento che abbiamo preso in questo momento in Giunta – ha detto il sindaco Mario Bolognari – è stato quello di sospendere e rinviare tutte le scadenze di pagamento. Si tratta di un provvedimento che avremmo potuto anche non fare perché non ci sono scadenze in corso. Si tratta delle scadenze che vanno dal 7 marzo al 7 aprile. Ora le abbiamo rinviate al 30 giugno.

Scadenze rinviate. “Qualcuno mi rimprovera che sino a questo momento non sto affrontando il problema del dopo ma non lo faccio non perché non ci penso o non stiamo facendo nulla, ma perché ritengo che in questa fase bisogna capire quale sarà tutto il contesto generale, nazionale, regionale ed internazionale, e poi capiremo cosa il Comune potrà fare. Per questo l’unico provvedimento che abbiamo preso in Giunta è quello di adottare è quello di sospendere e rinviare tutte le scadenze di pagamento e voglio essere sincero nel dire che è stato un atto che si poteva anche non formalizzare. Quindi, nessuna cartella di pagamento e nessuna ingiunzione ma attenzione perché si tratta di sospensione e rinvio, e questo altri sindaci non lo dicono. Non significa che non si pagheranno, i pagamenti vengono soltanto rinviati. Sul quanto ci sarà modo di ragionare successivamente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti