il presidente Nello Musumeci

“La nuova circolare del Ministero dell’Interno che concede la possibilità ai minori di fare con un genitore la passeggiata vicino casa in Sicilia non si applica”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

In Sicilia niente passeggiata. Musumeci – intervenendo a “Storie italiane“, su Rai 1 – si è detto “assolutamente contrario” alle disposizioni contenute nella circolare che il Viminale ha inviato a tutti i prefetti d’Italia. “Le passeggiate si faranno quando finirà l’emergenza – ha aggiunto Musumeci -. Se ci sono dei casi di bambini affetti da particolari patologie questa esigenza della passeggiata potrà essere consentita ma soltanto davanti a una certificazione medica e per dieci minuti“.

La circolare: “Sì alle passeggiate per bambini“. Molti genitori infatti avevano manifestato la necessità di poter concedere un po’ di svago fuori casa ai loro figli. E il ministero dell’Interno, con la sua circolare, aveva aperto a questa possibilità rammentando che “non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici” ma solo “camminare con i propri figli minori in prossimità della propria abitazione“.

La rovina. Musumeci invece ha chiuso le porte anche a questa concessione del Viminale: “Se passa l’idea che ormai il peggio è alle spalle e che tutti possiamo permetterci di uscire fuori – ha detto – è la rovina, perché si vanifica quanto fatto finora“.

© Riproduzione Riservata

Commenti